"Indosso sempre la mia felpa enormemente grande perché di indossarne una tua non accadrà mai…"
"Ci sedemmo, lui davanti a me, io appoggiata sulla sua schiena nuda, strinsi le braccia e restammo così per più di un’ ora: io che mi appoggiavo e lui che mi sorreggeva…"
"Ho una incontenibile voglia di vederti, di parlarti, di ridere insieme, di guardanti negli occhi, di abbracciarti!!!
Ma purtroppo a separarci ci sono 385 km, fanculo!!!!"
"E ancora ci ripenso, a noi due seduti su quella panchina, con la mia testa appoggiata sulla tua, in silenzio sento una il respiro dell’altro, a fissare il riflesso di uno splendido tramonto da quell’enorme vetrata. Non c’era bisogno di dire nulla, era tutto così perfetto!"